Italia Club 9.98: e se una barca italiana insidiasse il dominio J/Boats negli Stati Uniti?

Dopo aver vinto li mondiale ORC per due anni consecutivi, Italia Yachts 9.98 è ora disponibile anche nella nuova versione “Club”, dedicata a chi vuole velocità sull’acqua senza sacrificare il comfort. Per capire meglio come è nato questo progetto, ci siamo incontrati con il chief designer Italia Yachts, Matteo Polli.

Photo Nicola Brollo/Five Zone

Matteo Polli

Italia 9.98 è senza dubbio una delle barche di maggiore successo degli ultimi anni (vincendo gli ultimi due mondiali ORC di categoria degli ultimi due anni). Quali sono le principali motivazioni che hanno spinto il cantiere a proporre la nuova versione Club e quali le principali differenze nel deck layout?

Ci siamo resi conto che il successo dell’Italia 9.98 non è stato puramente collegato ai risultati in regata. La barca è stata molto apprezzata anche per le sue doti crocieristiche: volumetrie interne, spazi in coperta, facilità di gestione a vela, sicurezza e stabilità anche in equipaggio ridotto. Quindi, ci siamo detti, perchè non amplificare le comodità relative ad un utilizzo cruising, per quanto possibile, sfruttando le caratteristiche già presenti nel progetto originale senza però compromettere le qualità sportive del mezzo? Ecco qua che nasce la versione Club! In coperta la principale differenza è data dalla timoneria a doppia ruota che si integra molto bene nel grande pozzetto lasciandone invariata ergonomia e funzionalità.

Photo Nicola Brollo/Five Zone

Quali le principali differenze negli interni, anche con particolare riferimento ai materiali?

Allora, negli interni la principale modifica sta nell’implementazione di pensili con ante scorrevoli nella zona dinette e nella cabina di prua ad aumentare sensibilmente il volume di stivaggio. Inoltre le cuscinerie sono state arricchite sia a livello di materiali che come elementi, sono stati infatti aggiunti gli schienali ai divani della dinette. Ulteriore differenza la troviamo nella cucina dove viene installata di serie una cucina basculante a 2 fuochi con forno integrato. Anche l’armadio della cabina di poppa è stato ingrandito e arricchito di scomparti e tasche utilissime nello stivaggio.

Cosa dobbiamo aspettarci in termini di carena, appendici e piano velico: le performance saranno tanto diverse dalla versione Fuoriserie? E la conduzione?

Dal punto di vista delle geometrie idrodinamiche e anche aerodinamiche, la versione Club non differisce minimamente dalla versione Fuoriserie, quindi anche la conduzione e le prestazioni non ne risentiranno. La timoneria a doppia ruota e le implementazioni sugli interni portano ad un minimo aumento del dislocamento ma sarà praticamente impercettibile a livello di prestazioni.

E’ apparsa una importante delfiniera a prua…

L’adozione della delfiniera viene dall’esigenza di semplificare le manovre e di consentire l’utilizzo di vele asimmetriche che hanno un range prestazionale più all-round rispetto alle vele simmetriche, il tutto a vantaggio del comfort e delle prestazioni in ogni condizione. Oltre a questi vantaggi la delfiniera, che sporge circa un metro da prua, potrà essere utilizzata come braccio per l’ancora in una soluzione esteticamente molto gradevole e al tempo stesso funzionale.

Photo Nicola Brollo/Five Zone

Quali materiali vengono usati per la costruzione della barca?

I materiali di costruzione della versione Club sono identici a quelli del Fuoriserie. Vengono utilizzati gli stessi processi costruttivi e cura nell’esecuzione.

Photo Nicola Brollo/Five Zone

Permettici una considerazione: a un primo sguardo, la sensazione è di trovarsi di fronte a una barca che potrà piacere anche al pubblico americano, da sempre innamorato dei J/Boats. Che ne pensi?

Effettivamente il concept è molto simile quindi mi auguro che il pubblico americano veda questa barca come una possibile alternativa all’affermato marchio J-boat. In realtà, il riscontro che abbiamo avuto in molti paesi europei e non solo è stato veramente impressionante con praticamente il 70% delle barche vendute all’estero.

Discover more on Italia Yachts Official Website.
Sail Universe
Download pdf article

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn